Gli Uomini Del Prato - Matteo Pelatti

 

Negli oltre 15 anni che mi vedono legata alle sorti del Prato, ci sono stati alcuni giocatori che per un motivo o per un'altro mi sono rimasti pi¨ nel cuore..
Le pallate di neve fatte con i ragazzi mentre rientravano dall'allenamento nel lontano 1989 forse.. non ricordo l'anno.. ero troppo piccola.. oppure i passaggi a pallone fatti con il grande Labadini o fratelli De Min... e le litigate di mia mamma con Ceccaroni.. memorabili!!!
Poi sono arrivati Piccioni, veramente una splendida persona.. Aldegani.. Sarti con il quale tutt'ora ho un buon rapporto e al quale auguro tutto il meglio che c'Ŕ sia a livello calcistico che personale..
Poi ci sono stati alcuni ragazzi in particolare negli ultimi anni che mi hanno lasciato un turbinio di emozoni nel cuore e che mi fanno essere orgogliosa per aver creduto in loro..

Iniziamo con Pelatti Matteo.. anno 2000/2001, l'anno della vittoria della coppa Italia (ero una delle presenti sulle scalinate ad attendere il pulman in rientro da Lumezzane.. ricordate i Fuochi d'artificio?!?)..
Era anche l'anno della semifinale contro il Chieti.. come tutti sapranno le cose non sono andate per il verso giusto e noi non siamo stati capaci di approdare alla finale...
Bene, nei giorni successivi alla sconfitta, ebbi l'occasione di parlare un po' con Matteo e lui disse una cosa che mi fece venire da piangere.. mi chiese scusa. Si scus˛ con me per non essere riuscito a conquistare la finale e portarci su.. lo disse con tale sinceritÓ che fui orgogliosa di lui, orgogliosa di avere avuto in squadra un ragazzo che teneva veramente alla maglia che indossava, anche se solo per poco.. Un ragazzo sempre col sorriso sulla bocca e con la voglia di fare e credo, lo abbia dimostrato molte volte in quel campionato.

Grazie Matteo.

 

Autore: Vero